FB pixel
  • Home >
  • Blog >
  • Sardegna >
  • Le meraviglie naturali della Sardegna: tutti i luoghi da visitare
Le meraviglie naturali della Sardegna: tutti i luoghi da visitare

Le meraviglie naturali della Sardegna: tutti i luoghi da visitare

La Sardegna è l'isola italiana che tutto il mondo ci invidia per la sua storia, le sue tradizioni ma soprattutto per le sue bellezze naturali. Meraviglie uniche e incantevoli che la natura ha regalato a questa terra rendendola tra le più belle in assoluto. Nonostante il periodo che si sta attraversando per l'estate 2021 si potrà viaggiare in sicurezza e andare alla scoperta di queste meraviglie sarde.

La Costa Smeralda e l'Arcipelago della Maddalena


In Sardegna si trova uno dei posti più belli del mondo, la Costa Smeralda presa d'assalto in particolare d'estate da migliaia di turisti per la sua costa particolare e le sue spiagge e isole come l'arcipelago della Maddalena.
Non è un caso se la Sardegna sia stata definita un paradiso terrestre e questo grazie a meraviglie naturali come questo arcipelago formato da sette isole. Un posto incantevole in cui ammirare da vicino Budelli, la spiaggia rosa per via della presenza di un sedimento appartenente a un piccolo organismo che aderisce a conchiglie e alghe. Tutto l'arcipelago è caratterizzato da insenature, rocce e colori del mare a dir poco favolosi.


Stintino e la Baia di Chia


Per vedere da vicino delle paradisiache distese di spiaggia bianca, bisogna recarsi a Stintino, un piccolo borgo popolato da poche famiglie orgogliose di vivere in un posto meraviglioso e soprattutto della Pelosa la spiaggia con il fondale basso, il mare turchese e la torre Aragonese, simbolo della zona. Mentre, per chi ancora non è al corrente, c'è una zona della Sardegna dove è possibile fare la conoscenza dei fenicotteri rosa. E' il Golfo degli Angeli che comprende la Baia di Chia, un posto ricco di rocce e soprattutto spiagge particolari dove l'acqua del mare pare sia di colore smeraldo.


Il Golfo di Orosei, tra spiagge e canyon


Spostandosi verso la zona centro orientale dell'isola, si trova il Golfo di Orosei, noto per le Grotte del Bue Marino. La conformazione di queste grotte, fatte di stalattiti e stalagmiti, creano nelle acque azzurre dei giochi particolari. Sul Golfo si può visitare anche il canyon La Gola di Su Gorroppu. Un luogo molto suggestivo e profondo, meta di molti appassionati di tutta Europa. Il Golfo di Orosei è perfetto per una vacanza in famiglia e in particolare per i più piccoli in quanto faranno la conoscenza di molte specie di animali che popolano il territorio.


Alcuni parchi naturali della Sardegna


La Sardegna è una terra ricca di parchi meravigliosi come quello Nazionale dell'Asinara, un posto immerso nella natura più selvaggia in cui è possibile ammirare tantissime specie di fiori e piante ma anche fare sosta sulle piccole spiagge paradisiache. L'apoteosi straordinaria di natura si può ammirare anche nel Parco regionale della Limbara, un'immensa distesa di foreste incastonate nella catena montuosa in cui sarà bello perdersi tra le bellissime vallate caratterizzate dalla presenza di rocce di granito. Per i più temerari si può salire fino in cima e godersi uno dei  panorami più belli dell'isola dove il cielo e il mare si fondono in un'unica macchia.


Faraglioni e rocce in mezzo al mare


Tra le spettacolari attrazioni della Sardegna spiccano i faraglioni e in particolare quello di Pan Zucchero, una bellissima roccia calcarea alta 133 metri che si può raggiungere in barca e persino scalare. Rimanendo sempre nella zona di questo faraglione cioè il Sulcis, si possono ammirare le colonne di Carloforte alte sedici metri anch'esse raggiungibili tramite una barca. Nella zona centro occidentale si trova una scogliera dalla forma un po' particolare. Si tratta di S'Archittu una roccia a forma di arco di colore bianco. Anche le montagne sarde presentano dei monumenti particolari come la Sa Perda e Liana, un pezzo di roccia che si è creata da un'erosione calcarea.


Alla scoperta delle nuraghe


Il villaggio di Tiscali situato sul monte omonimo. Un sito archeologico di natura nuragica tipica dell'isola che evidenzia la storia e la tradizione di questo territorio molto suggestivo.

Le meraviglie della Sardegna non finiscono mai di stupire e di far desiderare ad ogni viaggiatore di vederle con i propri occhi.